Spazio web dedicato alle informazioni sulle politiche dell'Università di Torino

Dossier Impresa innovativa e sviluppo

Il modello di Industria 4.0 porta con sé sfide nell’ambito delle quali UniTo esprime punti di forza in grado di assolvere un ruolo chiave nell’ecosistema dell’innovazione, sia nell’agevolare la transizione verso il nuovo paradigma, sia nel massimizzare le opportunità per le imprese e gli attori del territorio.

Il dibattito sul tema dell’Industria 4.0 si concentra prevalentemente sul cambiamento tecnologico, sulla diffusione delle innovazioni e su come queste ultime influenzano le performance delle imprese. Il contributo di un’istituzione accademica, a questo proposito, riguarda sia la generazione sia l’adozione di pratiche innovative, soprattutto laddove tali fabbisogni siano espressi da piccole e medie imprese (PMI), la maggior parte delle quali sperimenta molte restrizioni nell’adottare con successo tecnologie digitali all’interno dei propri confini organizzativi.

In uniTo si concentrano inoltre competenze riferibili tanto ai presupposti quanto alle conseguenze implicate nel modello dell’Industria 4.0 per la presenza di ambiti di ricerca interdisciplinare cruciali in questo quadro, come tutte le componenti riferibili ai modelli organizzativi e allo sviluppo delle risorse umane.

UniTo è un caso unico: presenta competenze in campi eterogenei e complementari, che da tempo lavorano su argomenti rilevanti per il piano dell’Industria 4.0.

In questo contesto, UniTo è un partner ideale per:

Progettare

Implementare

Gestire

Valutare

le strategie delle imprese, e per

 Promuovere un approccio condiviso che massimizza i benefici sociali

Un approccio globale all’Industria 4.0 richiede una stretta interazione tra le istituzioni pubbliche e la politica. In questo modo è possibile fornire supporto ai processi decisionali delle politiche pubbliche al fine di promuovere l’inclusione sociale e la sostenibilità della “rivoluzione” digitale, attraverso:

1. La collaborazione su Ricerca&Sviluppo

Come attore chiave nell’ecosistema dell’innovazione, UniTo collabora in attività di R&S e nel trasferimento di tecnologie:

Promuove le iniziative di ricerca congiunta e partenariati tecnologici per accompagnare le imprese dell’ecosistema locale verso il nuovo paradigma. Le grandi imprese e multinazionali possono trovare nella nostra università competenze scientifiche e tecnologiche che sono alla base della ricerca scientifica.
In UniTo un’unione di competenze unica, che coinvolge diversi campi, garantisce un fertile incrocio tra produzione e creazione di innovazione.

Collabora sia con le grandi aziende sia con le PMI, e ricopre un ruolo rilevante nelle reti locali di innovazione digitale, in grado di mettere in relazione diversi tipi di attori. In particolare perché, soprattutto nel caso delle PMI, non sempre ci sono le risorse per portare avanti autonomamente, o in collaborazione, complessi progetti di ricerca e/o sono viste esclusivamente come potenziali adottatori delle nuove tecnologie.

Supporta nell’identificazione della struttura organizzativa e/o nella struttura gestionale che meglio si adatta alla nuova configurazione tecnologica dell’azienda, aiutando le imprese a individuare la soluzione più adatta ai principi dell’Industria 4.0. Un’attività chiave a questo proposito riguarda l’intelligenza tecnologica (technological intelligence), e l’individuazione di bisogni tecnologici, di problematiche e soluzioni adatte alle loro attività economiche e alle loro strategie future. Altresì UniTo è presente nell’implementazione di nuove soluzioni tecnologiche all’interno dei confini organizzativi, che richiede alle imprese la padronanza di principi scientifici per gestire le nuove attrezzature.

2. La collaborazione sui Big Data

UniTo supporta le imprese individuando modelli e algoritmi per l’analisi dei big data e per l’interpretazione dei risultati. I dati stanno acquisendo un grande valore economico: le imprese sono supportate nell’identificazione di nuovi modelli di business basati sulla produzione di dati.

Le opportunità per le imprese disposte ad aderire all’Industria 4.0 sono correlate alla massiccia produzione di dati e al modo in cui queste informazioni sono analizzate, con l’obiettivo di:

  • Monitorare e migliorare l’efficienza del processo di produzione
  • Ridurre l’impatto ambientale
  • Apportare cambiamenti nella struttura organizzativa.

3. Le collaborazioni su Risorse Umane

UniTo guida le imprese nel massimizzare i benefici sociali e la crescita delle risorse umane, supportandole nel valorizzare gli aspetti di sostenibilità, nella ridefinizione delle competenze e nella formazione del personale, con programmi di apprendimento permanente.

L’Industria 4.0 non riguarda solo le tecnologie, ma anche la sostenibilità e le persone che lavorano nelle aziende, che vanno coinvolte nella progettazione e sviluppo del nuovo paradigma.

Le risorse umane sono cruciali per le imprese che intendono avviare la transizione all’I4.0 con successo. Grazie all’interazione tra le nuove tecnologie e le persone, l’implementazione dell’industria 4.0 potrebbe avere un impatto sociale rilevante, oltre al semplice aumento della produttività e della redditività delle attività industriali.

”4.

UniTo è il nodo centrale di una rete estesa che coinvolge tutti gli stakeholders, promuovendo il paradigma dell’Industria 4.0 come innovazione sociale, ovvero una nuova configurazione che contribuisce al progresso sociale. Questo comporta un aumento del valore sociale aggiunto non solo per i lavoratori di future aziende intelligenti, ma anche per i cittadini in generale.