Spazio web dedicato alle informazioni sulle politiche dell'Università di Torino

Risorse di ateneo

Per un’analisi delle effettive disponibilità di un ateneo è opportuno suddividere le voci di bilancio tra:

  • Libere, si tratta di denaro sul quale vi è libertà di scelta di destinazione
  • Vincolate, si tratta di denaro finalizzato a specifiche destinazioni di utilizzo (progetti di ricerca, progetti edilizi, ecc.). In questo caso l’ateneo è vincolato all’utilizzo determinato dalle ragioni per le quali lo ha ricevuto.

I grafici sono dinamici: scorrendo il puntatore è possibile vedere i valori corrispondenti.

Come si può osservare dal grafico a sinistra, la maggior parte delle entrate di Unito ha destinazione vincolata (53%). Il 47% delle entrate con destinazione libera include:

  • Il Fondo di Finanziamento Ordinario (FFO), pari a circa il 34%
  • Le Contribuzioni studentesche, pari a circa l’11%
  • Altre entrate minori, per la differenza.

Tuttavia, la maggior parte delle entrate libere ha una destinazione obbligatoria, cioè destinata a coprire spese derivanti dalla vita dell’ateneo. Dal grafico a destra si osserva che:

  • Il 71% circa è destinato alle spese per il personale (stipendi di docenti, ricercatori e tecnici amministrativi)
  • Il 19% circa è destinato alle spese per il funzionamento della struttura (mantenimento servizi: utenze e canoni, imposte e tasse; spese per interventi edilizi, acquisto di beni e servizi per la manutenzione delle strutture)
  • Solo il restante 10% è effettivamente libero, utilizzato per le spese connesse all’attività didattica dei Dipartimenti, la ricerca locale (ex 60%), il finanziamento di borse di dottorato di ricerca e di assegni di ricerca, la dotazione delle Biblioteche, le Scuole di specializzazioni, ecc.